Dal 17.08 al 26.08 : Un viaggio culturale da Bucarest, ai monasteri affrescati della Bucovina e Maramures, con città medioevali e castelli affascinanti della Transilvania . Viaggio con Accompagnatore dogmatours dall’Italia

PARTENZA 10gg/09nt dal 17.08 al 26.08 con Accompagnatore Dogmatours da Roma Fco
INCLUSO
  • Trasferimento in pullman GT Mattinata/Manfredonia- Roma Fco a/r
  • Volo di linea in classe economica
  • tasse aeroportuali
  • 9 notti pernottamento in hotel 4* e 5* in camera base doppia
  • viaggio  in pullman con aria condizionata di 27 posti per un minimo di 20 persone, con pullman con aria condizionata di 34 posti per un minimo di 23 persone, in pullman GT di 41 posti con aria condizionata per un minimo di 31 persone, con pullman GT di 48 posti con aria condizionata per un minimo di 38 persone e con pullman GT di 53 posti con aria condizionata per un minimo di 45 persone;
  • guida in lingua italiana che accompagna il gruppo tutto il viaggio dall’arrivo in Romania fino alla partenza;
  • pensione completa con acqua minerale dalla cena del primo giorno al pranzo dell’ultimo giorno giorno a Bucarest 
  • pranzo tipico nel villaggio Sieu in Maramures; durante il pranzo un gruppo di bambini, vestiti in costumi popolari vi offriranno un incantevole momento con balli popolari, della zona;
  • una cena tipica con menu tradizionale e bevande incluse a Sibiel;
  • una cena di arrivederci a Bucarest in ristorante tipico con bevande incluse (acqua, ½ litro/pax e vino rosso,
  • 1 caraffa di 1 litro/4 pax);
  • il costo degli ingressi per le visite previste nel programma;
  • Assicurazione medico sanitaria
  • Accompagnatore Dogmatours dall’Italia
NON INCLUSO
  • escursioni non previste dal programma e quanto non espressamente indicato nella quota comprende;
  • auricolari; supplemento 2 Euro/pax/giorno;
  • mance necessarie e obbligatorie allo svolgimento del programma: 30 Euro/pax, da essere pagata in contanti alla guida nel giorno d’arrivo; la mancia e per ristoranti, guida ed autista, in totale per tutto il programma e periodo 
  • Assicurazione annullamento viaggi ( facoltativa )

 

1

Lunedì 17 agosto : Sede/Roma Fco/Bucarest

Incontro con l’accompagnatore Dogmatours  e trasferimento in aeroporto, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea per Bucarest con il seguente operativo voli :

           FCO OTP 14.55 18.00 

Arrivo all’aeroporto di Bucarest e trasferimento in hotel,  cena e pernottamento in Hotel. 

2

Martedì 18 agosto: BUCAREST/SINAIA/BRAN/BRASOV

Dopo la colazione in hotel, partenza per Brasov attraversando la bella valle del fiume Prahova. Sosta a Sinaia, denominata “la Perla dei Carpati”, la più nota località montana della Romania. Visita del Castello Peles, antica residenza Reale, costruito alla fine del XIX secolo nello stile neogotico tipico dei castelli bavaresi. L’interno del castello Peles comprende 160 stanze, sistemate ed arredate in tutte le fogge possibili, con netto predominio dell’intaglio in legno. Pranzo in ristorante e continuazione per Bran. Visita del Castello Bran, conosciuto con il nome di Castello di Dracula, uno dei più pittoreschi della Romania, edificato nel XIII secolo dal cavaliere teutonico Dietrich e restaurato in epoche successive. A partire dal 1920, il castello di Bran divenne residenza dei sovrani del Regno di Romania . Vi soggiornarono a lungo la regina Maria di Sassonia-Coburgo-Gotha , che ristrutturò massicciamente gli interni secondo l’allora gusto art and craft rumeno, e sua figlia, la principessa Ileana di Romania . Nel 1948, quando la famiglia reale rumena venne scacciata dalle forze d’occupazione comuniste, il castello venne occupato. Alla fine delle visite arrivo a Brasov. Cena e pernottamento in Hotel  a Brasov.

3

Mercoledì 19 agosto : BRASOV/SIGHISOARA/LE GOLE DI BICAZ /PIATRA NEAMT

Dopo la colazione in hotel, visita guidata di Brasov, una delle più affascinanti località medioevali della Romania, nel corso della quale si potranno ammirare il Quartiere di Schei con la chiesa Sfantul Nicolae, la prima scuola romena (XV sec), la Biserica Neagrã (Chiesa Nera), la chiesa più grande della Romania in stile gotico e le antiche fortificazioni della città con i bastioni delle corporazioni. Partenza per Piatra Neamt. Sosta a Sighisoara città natale del celebre Vlad l’Impalatore, noto a tutti come il Conte Dracula. Pranzo in ristorante. Visita guidata di Sighisoara, la piu bella e meglio conservata città della medioevale della Romania. Risale in gran parte al sec XIV, quando fu ampliata e rafforzata la costruzione affrettatamente eretta dopo le distruzioni tatare del 1241. Si conservano nove delle quattordici torri originarie: torre dei fabbri, torre dei calzolai, torre dei macellai, torre dei sarti, torre dei pellai, torre dei ramai, ecc. Il più bello e conosciuto monumento della città e la Torre dell’ Orologio che venne costruita nei secoli XIII-XIV e fino al 1556 fu sede del Consiglio della città. Alla fine della visita partenza per Piatra Neamt. Passaggio della catena dei Carpati, attraversando le Gole di Bicaz, il più famoso canyon del Paese, lungo di 10 km, formato da rocce  calcaree mesozoiche alte di 300-400 m, passando accanto il Lago Rosso, lago originato dallo sbarramento naturale per lo scoscendimento di un monte, nel 1837; dall’acqua emergono i tronchi pietrificati dei pini. Arrivo a Piatra Neamt, città che per la sua bellezza e per la posizione che occupa nel distretto di Neamț è chiamata anche “Perla Moldovei” (la perla della Moldavia). Cena e pernottamento in Hotel.

4

Giovedì 20 agosto: PIATRA NEAMT/MONASTERI DELLA BUCOVINA/RADAUTI

Dopo la colazione in hotel, partenza per la Bucovina, la regione della Moldavia il cui nome, risalente al 1774 e significa “ paese coperto da foreste di faggi”. Sosta a Agapia per visitare il monastero Agapia, del XVII sec. famoso sia per il suo museo, che conserva ancora delle bellissime icone e ricami, sia anche per i suoi laboratori dove potrete vedere all’interno di essi il lavoro delle suore. Proseguimento per arrivare in Bucovina. Famosa per i suoi bellissimi paesaggi, la Bucovina e ancor più conosciuta per i suoi monasteri  affrescati costruiti nei sec XV – XVI sotto i principi moldavi Stefano il Grande e suo figlio Petru Rares . Pranzo in ristorante e visita del monastero Sucevita (1582-84) rinomato per l’importante affresco “la Scala delle Virtù” e per le sue imponenti mura di cinta. Alla fine delle visite proseguimento per Radauti. Sosta a Marginea, villaggio noto per i ritrovamenti archeologici di ceramica nera dell’età del Bronzo, oggi riprodotta artigianalmente in un laboratorio locale. Arrivo a Radauti cena e pernottamento in Hotel .

5

Venerdì 21 agosto:RADAUTI /MONASTERI DELLA BUCOVINA/BISTRITA

Dopo la colazione in hotel, intera mattinata dedicata alla visita guidata del Monasteri della Bucovina, iscritti nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Visita del monastero Moldovita, del 1532, circondato da fortificazioni ed affrescato esternamente. Gli affreschi esterni esaltano l’impronta moldava per ottenere il massimo realismo nelle scene di vita quotidiana, umanizzando i personaggi. Continuazione con la visita del monastero Voronet del 1488, nominata la Cappella Sistina dell’Est Europa e considerato il gioiello della Bucovina per il famoso ciclo di affreschi esterni che decorano la chiesa, il più famoso dei quali è ”il Giudizio Universale”. Pranzo in ristorante. Partenza per Bistrita attraversando il Passo Borgo. Arrivo a Bistrita e breve giro panoramico della citta. Bistrita è una di più vecchie città in Transylvania. Durante il re Geza il Secondo (1141-1162) nella zona sono portati dei colonizzatori tedeschi (sasch), che determinarono il  futuro sviluppo delle istituzioni, del urbanismo e dei mestieri d’arte secondo il modello dell’Europa occidentale. Gli sviluppi dei mestieri ha intensificato il commercio, favoriti anche dal re Ludovic I a 24 aprile 1353, offrendo ai cittadini il diritto di avere una fiera annuale di 15 giorni, di San Bartolomeo. Dal 1366 Bistrita ha i propri simboli: siege, timbro, e il dritto di elezioni libere. Nel 1409 la città riceve il dritto di costruire un muro difensivo  intorno alla città, lavorazioni finita il 1654. In 1465 la città ha avuto 18 torrette per la difesa. Cena e pernottamento in Hotel a Bistrita 

6

Sabato 22 agosto:BISTRITA/MARAMURES/BISTRITA

Colazione in hotel. Partenza per Maramures, la regione più famosa per le tradizioni popolari e l’ospitalità della gente. Chiuso tra le montagne, il Maramures è una galassia di piccoli villaggi, tutti in legno, la cui popolazione porta costumi di una bellezza superba. La storica regione romena Maramureş è il simbolo dell’autenticità conservata lungo i secoli. Il Maramureş e l’anima del villaggio romeno tipico, con case, porte e chiese in legno e dove il tempo scorre secondo i ritmi di un’epoca passata. La regione si rivela inoltre come il luogo dove ritrovare se stessi, la tranquillità della vita semplice e genuina, le tradizioni ancestrali e l’artigianato del legno. Visita delle chiese Rozavlea e Barsana, bellissime chiese in legno representative per la zona. Pranzo tipico nel villaggio Sieu in Maramures. Durante il pranzo un gruppo di bambini, vestiti in costumi popolari vi offriranno un incantevole momento con balli popolari, della zona. Nel pomeriggio, visita della chiesa Bogdan Voda, del 1718, costruita sul luogo di una precedente distrutta dai Tatari; gli affreschi sono di due tipi, gli uni secondo la tradizione bizantina dei manoscritti, gli altri di stile barocco. Alla fine delle visite ritorno a Bistrita. Cena e pernottamento in hotel.  

7

Domenica 23 agosto:BISTRITA/CLUJ NAPOCA/TURDA/ALBA IULIA

Colazione in hotel. Partenza per Alba Iulia. Sosta a Cluj Napoca. Visita guidata dell’antica Klausenburg dei coloni sassoni e la Kolozsvar degli ungheresi, principale città della Transilvania, grande centro culturale e d’arte. Le vicende storiche della città, dacica e poi romana (Napoca), magiara (Clus), sassone e romena, si sentono ancora nel nome della città stessa. I primi documenti che l’esistenza della città risalgono al 106 d.c. come insediamento romano, al ritiro dei romani, la stessa città scompare sotto le orde barbariche e le successive testimonianze risalgono al 1173. Sotto il predominio ungherese diviene finalmente libera a seguito della concessione di Carlo I D’Angiò (1316), Re di Ungheria; il vescovo della città di Cluj che spinge alla conquista dei diritti della regione della Transilvania Romena. Cluj in seguito diviene capitale del principato austriaco della Transilvania. Cluj dette i natali al futuro re di Ungheria Mattia Corvino (1443), la cui statua equestre (Mathias Rex) può essere ammirata recandosi presso la Piazza Libertatii. Si ammireranno la casa natale del Re Mattia Corvino (esterno) e la più importante chiesa gotica del paese, Sfintu Mihail, edificata tra il XIV e XV secolo. Pranzo in ristorante. Continuazione per Alba Iulia. Sosta a Turda e visita della salina di Turda, una delle più grandi della Romania. I giacimenti di sale della  Transilvania si formarono 13,5 milioni di anni fa sul fondo di un mare poco profondo e in un  clima tropicale . Lo strato di sale si trova dappertutto nel sottosuolo dell’altopiano transilvanico , con uno spessore medio di circa 400 metri ed uno spessore massimo di quasi 1000 metri ai margini dell’altopiano medesimo. A  Turda lo strato di sale ha uno spessore di 1200 metri. All’interno della miniera, la temperatura di 10-12 °C rimane costante durante tutto l’anno. L’estrazione del sale incominciò a Durgău-Turda tra il 50 a.C. e il 106 d.C. I giacimenti furono sfruttati anche durante l’Impero romano  tra il 106 e il 274 d.C. Nel Medioevo , l’esplorazione è stata menzionata per la prima volta nel 1075, poi nel 1271. La miniera è stata in servizio fino al 1932. Strada per arrivare ad Alba Iulia. Cena e pernottamento in Hotel.  

8

Lunedì 24 agosto:ALBA IULIA/HUNEDOARA/SIBIU

Colazione in albergo. Visita di Alba Iulia, la cittadella fortificata ed edificata dall’imperatore Carlo IV su progetto di Morando Visconti nel 1714; visita della cattedrale romano cattolica della città, uno dei più importanti edifici sacri della Romania. La città fu fondata dai Romani nel II secolo d.C. sotto Marco Aurelio e distrutta dai Tartari nel 1241. Alba Iulia fu la residenza dei principi di Transilvania e di un vescovo cattolico romano. Partenza Hunedoara. Arrivo e visita del Castello della famiglia Hunyadi. Il castello è un grande complesso monumentale progressivamente sviluppatosi in stile prima gotico , poi rinascimentale , quindi barocco. Presenta un grande ponte levatoio , numerose torri e cortili e due grandi saloni, il Salone dei Cavalieri ed il Salone della Dieta, così chiamato perché per qualche tempo ospitò le riunioni della Dieta di Transilvania. Pranzo in ristorante. Strada per arrivare a Sibiu, Capitale Europea della Cultura nel 2007. Visita guidata del centro storico della città di Sibiu, la capitale europea, nota all’epoca per il suo sistema di fortificazione considerato il più grande della Transilvana con oltre 7 km di cinta muraria della quale oggi si conservano importanti vestigi. Si potrà ammirare la Piazza Grande con la particolarità della città i tetti con “gli occhi che ti seguono” la piazza Piccola con il ponte delle Bugie e l’imponente chiesa evangelica (solo esterno; e chiusa per il restauro) in stile gotico del XIV sec. Cena tipica della regione dai contadini del villaggio Sibiel in mezzo le tradizioni romene (menu tipico e bevande incluse). Pernottamento in Hotel a Sibiu.  

9

Martedì 25 agosto:SIBIU/BUCAREST

Dopo la colazione in hotel. Partenza per Bucarest, attraversando la bella valle del fiume Olt ed ammirando i bellissimi paesaggi della zona. Sosta a Cozia per visitare il Monastero Cozia, del XIV sec. Conosciuto come uno dei complessi storici d’arte più antichi in Romania, il Monastero Cozia è situato sulla riva destra del fiume Olt. Gli elementi di stile architettonico bizantino sono esplicitamente dichiarati dalle facciate della chiesa centrale, in fasce alterne di mattoni e grossi blocchi di pietra. Arrivo a Bucarest e pranzo in ristorante. Intero pomeriggio dedicato alla scoperta della capitale romena, denominata “La Parigi dell’Est”, ammirando i suoi larghi viali, i gloriosi edifici “Bell’Epoque”, l’Arco di Trionfo, l’Ateneo Romeno, la Piazza della Rivoluzione, la Piazza dell’Università e visitando la “Patriarchia” (centro spirituale della chiesa ortodossa romena) ed il Palazzo del Parlamento, il secondo edifico più grande del mondo dopo il Pentagono di Washington. L’edificio è stato costruito su una collina conosciuta come Collina degli Spiriti, Collina di Urano, o Collina di Arsenale, che fu in gran parte rasa al suolo per consentire la costruzione del fabbricato, iniziata nel 1984 . Vi lavorarono circa 700 architetti e più di 20.000 operai organizzati in turni, 24 ore su 24, per cinque anni. L’edificio era in origine conosciuto come Casa della Repubblica (Casa Republicii) e doveva servire da quartier generale per tutte le maggiori istituzioni dello stato. Al momento del rovesciamento e dell’esecuzione di Nicolae Ceauşescu nel 1989 , il progetto era quasi completato. Cena a Bucarest in ristorante tipico con bevande incluse e pernottamento in Hotel.

10

Mercoledì 26 agosto:BUCAREST/ROMA FCO/SEDE

Dopo la colazione in hotel. Continuazione con la visita del Museo Nazionale Cotroceni. Il palazzo occupa il sito di un monastero fatto costruire nel 1679 da Şerban Cantacuzino, un greco fanariota di nobili origini, incaricato dal sultano di amministrare il paese e soprattutto di riscuotere le tasse. Nel 1893 vi fu costruito un palazzo su progetto dell’architetto francese Paul Gottereau e su commissione del re Carlo I di Romania. Successivamente l’;architetto Grigore Cerkez provvedeva ad aggiungervi ornamenti nello stile tradizionale romeno. Ceausescu lo adibì a residenza degli ospiti in visita ufficiale. Otto anni più tardi la chiesa del XVII secolo fu demolita. Oggi il palazzo e metta museo e metta sede della Presidenza dello Stato. Pranzo in  ristorante. Al termine trasferimento in aeroporto per il volo di rientro on il seguente operativo voli :

                                 OTP FCO 17.05 18.15

Arrivo a roma Fco, ritiro dei bagagli e trasferimenti in pullman GT in sede. FINE DEI SERVIZI