INDIA AUTENTICA

HOLI FESTIVAL: VIAGGIO ESPERENZIALE

Questa è davvero l’India, la terra dei sogni e del romanticismo, la terra di tigri ed elefanti, il paese da un centinaio di lingue, di mille religioni, culla della razza umana, madre della storia, nonna della leggenda, l’unico paese  che può vantare un fascino irresistibile ,la  terra che tutti gli uomini desiderano vedere, e se l’hanno vista una volta, anche da un solo  sguardo, non darebbero quello che hanno visto neanche per gli spettacoli di tutto il resto del mondo messi insieme. “

Mark Twain, famoso esploratore, Following the Equator 1897

 

DAL 04.03 AL 14.03 DA ROMA ACCOMPAGNATORE DOGMATOURS

Delhi – Mandawa – Jaipur – Agra –Varanasi – Delhi 

 

04 MARZO ITALIA – DELHI

Incontro dei partecipanti in aeroporto con l’accompagnatore Dogmatours, disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea per Delhi:

FCO 20.40 DEL 07.40 + 1

pasti e pernottamento a bordo.

 

05 MARZO : DELHI Inizio del tour esperenziale

Arrivo all’aeroporto internazionale di Nuova Delhi. Disbrigo delle formalità d’ingresso e dognali e trasferimento in Hotel.  Cominciamo il nostro tour co la visite della  Old Delhi e con la preghiera e Aarti in un tempio Indù, fare la preghiera all’inizio di  un viaggio viene considerato come il simbolo di buon auspicio.Visita dellaMoschea di Jama, la moschea reale costruita dall’imperatoreMughal, Shah Jahan nel 1656. Questa moschea è una delle più grandi al mondo.Si prosegue con la visita diChandni Chowk, situato nella vecchia città di Delhi. Chandni Chowk  significa ‘piazza di luna’  è uno delle i più antiche aree commerciali più frequentati e famosi della città, costruita nel 17 ° secolo e e’ stata originariamente intersecata da canali che sono stati progettati per catturare e riflettere  la luce della luna. Giro in risciò e passeggiata a piedi per esplorare i bazaar della vechhia Delhi Delhi è uno dei migliori esempi al mondo dove ‘vecchio incontra il nuovo’. Un tour di Delhi fornirà il visitatore un’ampia esperienza per capire immediatamente i monumenti Mughal e le strutture moderne, i grattacieli e giardini sereni.  Passate davanti al Red Fort (UNESCO World Heritage Site), costruito in mattoni di sabbia rossa da Shah Jahan nel 1648, questo magnifico monumento è disposto lungo il fiume Yamuna e ha la forma di un ottagono irregolare. Piu’ tardi godetevi il viaggio guidato attraverso Delhi centrale, lungo il cerimonialeRajpath, passando accanto all’imponente Rashtrapati Bhavan, all’India Gate e al Palazzo del Parlamento, che svelerà lo splendore dell’arte Lutyen. Successivamente, visiteremo Gandhi Smriti precedentemente famoso come Birla Bhavan, è un museo dedicato al padre della nazione Mahatma Gandhi. Situato sulla Tees January Road a Nuova Delhi. Birla Bhavan è il luogo in cui Gandhi Ji trascorse gli ultimi 144 giorni della sua vita e fu assassinato da Nathuram Godse il 30 gennaio 1948. Originariamente la casa di Birlas, la famiglia di imprenditori indiani, è ora noto come Eternal Gandhi Multimedia Museum Visita del Qutub Minar :la cui costruzione iniziò nel 1199 per celebrare la vittoria sull’ultimo regno Hindu, è il prototipo di tutti i minareti Indiani.Gurudwara Bangla Sahib: Gurudwara Bangla Sahib era un bungalow magnifico e spazioso a Delhi di proprietà dal Raja Jai Singh Amber (Jaipur) che incuteva grande rispetto e onore alla corte dell’imperatore Mughal Aurangzeb e che ora gode dello status di luogo sacro. La Galleria d’Arte nel seminterrato ha dipinti raffiguranti eventi storici legati alla storia Sikh. Visita della cucina comunitaria dentro il complesso del tempio sikh. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

06 MARZO : DELHI – MANDAWA

Prima colazione partenza per Mandawa nel Rajasthan attraverso la regione dello Shekhawati.Durante il percorso vivremo una bellissima esperienza che prevede una sosta in un villaggio rurale dove sarà possibile vedere come si svolge la vita nelle campagne indiane. Speciale pranzo tradizionale in stile Bajot sarà offerto in un antico palazzo prenotato esclusivamente per il gruppo. Il cibo sarà preparato dalle dame della nobile famiglia che risiede all’interno del palazzo. Proseguimento per Mandawa. Nel pomeriggio passeggiata nella zona storica di Mandawa per ammirare le splendide costruzioni affrescate, gli haveli, caratteristici della città. Cena e pernottamento in Hotel. 

07 MARZO :MANDAWA- JAIPUR

Prima colazione e partenza per Jaipur  Il nome originario era “Sawai Jaipur”, dal nome del giovane principe che la commissionò – il Maharaja Jai Singh II – un guerriero, astronomo e politico che regnò tra il 1699 e il 1743. Jaipur oggi è conosciuta come la città rosa, descritta come la città dai colori autunnali del tramonto e affascina ogni visitatore. Circondata da aspre colline, ognuna coronata da formidabili fortezze, bei palazzi, ville e giardini sparsi in tutto il perimetro.  Luoghi d’altri tempi che furono testimoni di processioni reali e fastose celebrazioni. Fatta eccezione per il traffico caotico di biciclette, automobili e autobus, poco sembra essere cambiato. La città, con ricca eredità storica e architettonica, ha una varietà di esperienze da offrire. Arrivo e check-in presso l’hotel.  In serata sarà possibile assistere presso il tempio Govind Devji alla cerimonia dell’Aarti, rituale durante il quale la luce emessa da una o cinque fiamme viene offerta alla divinità esprimendo così devozione e adorazione. In serata vivremo una bellissima esperienza , andremo nel Sabzi mandi ( il mercato delle verdure ) per comprare le verdure che si portano a casa di una famiglia locale dove le donne della famiglia locale offrono la lezione della cucina tradizionale del Rajasthan e potete imparare a cucinare alcune pietanze locale e pranzeremo insieme alla famiglia che ospiterà il nostro gruppo.Dopo cena faremo un indimenticabile tour di ” Jaipur by Night “ a bordo di Jeep aperte. Rientro in Hotel e pernottamento.

08 MARZO :JAIPUR: CELEBRAZIONE DELLE FESTA DEI COLORI

VIVI L’ESPERIENZA INDIMENTICABILE DELL’ HOLI FESTIVALPrima colazione e intera giornata dedicata all’hopi Festival guidati da una famiglia locale. Si festeggia l’inizio della primavera, un buon raccolto e saluta gli inverni con il Festival dei colori . Preparatevi ad affrontare un tripudio di colori mentre entriamo viviamo  celebrazione. Gli artisti locali ci daranno il benvenuto e manterranno il ritmo forte con le loro danze, canzoni e musica. Arrivo e benvenuto personalizzato da parte dei padroni di casa vestiti con abiti tradizionali Rajput (dhoti – kurta e safa e turbanti del Rajasthan) nel nostro cortile a bordo piscina. Tutti ricevono un turbante (copricapo speciale simile a un berretto e una bandana), le donne ricevono un vestito bianco fresco, kurti (sopra l’indumento) e salwaar (gambali tradizionali) mentre gli uomini possono indossare un kurta e un pigiama.  La celebrazione inizia nel nostro cortile dove i ballerini folk tradizionali accolgono gli ospiti con Changs, dholak e colori a base di erbe insieme a pichkaris. La celebrazione si conclude con un festoso pranzo a buffet che lascia dietro di sé ricordi che rimarranno a lungo nei vostri cuori. Qualunque cosa accada in questo delizioso festival, puoi star certo che gli artigiani locali, gli artisti e la famiglia ospitante, gli organizzatori dell’evento, si uniranno a te nel divertimento.Pernottamento in Hotel

09 MARZO :JAIPUR ” LA CITTA’ ROSA PERLA DELL’INDIA “

Prima colazione e giornata dedicata alla visita della bellissima Jaipur. Inizieremo  la giornata con la visita al magnifico Amber Fort, si sale sulle jeep. Il forte è conosciuto per il suo stile artistico unico e mozzafiato, fondendo con maestria elementi indù e musulmani (Mughal). Visita delle camere e dei corridoi del palazzo, famoso per l’eccellenza del suo design. All’interno del complesso si trova Ganesh Pol, l’imponente entrata  interamente dipinta con le immagini del dio dalla testa di elefante, Ganesh. Le finestre interamente forate offrono viste da diversi punti e schegge di specchi luccicanti sono incastonate tra le mura di Sheesh Mahal. Amber Fort, conosciuta anche come ‘Palazzo Amer’, è uno dei più famosi fortezze del Rajasthan attirando intorno al 4000 a 5000 visitatori al giorno durante l’alta stagione turistica. Il nome del palazzo era arrivato dal nome della cittadina di Amer, si trova undici chilometri da Jaipur. Pittoresco perfettamente, questa residenza collinare del 16 ° secolo è ben conservata, ci sono grandi padiglioni e le sale che si aprono sui giardini e cortili. Anche se la costruzione principale del palazzo è iniziata nel 1592 dal Maharaja Man Singh, è stato aggiunto nel corso degli anni da governanti successivi e continuò ad essere occupato da loro fino alla fine della costruzione di  Jaipur. Il tour della città continua con una sosta per fotografare l’Hawa Mahal o Palazzo dei Venti. La sua facciata è probabilmente la più fotografata a Jaipur, con le sue finestre in legno riccamente intagliato, progettate in modo che le signore del palazzo potessero guardare per le strade inosservate. Si prosegue per il City Palace Museum, che ha una preziosa collezione di oggetti d’antiquariato, costumi e armature del Mughals e Rajputs, tra cui spade di diverse forme e dimensioni con preziosi manici cesellati. La visita seguente è all’osservatorio Jantar Mantar, patrimonio dell’umanità UNESCO: un osservatorio astronomico e astrologico in pietra costruita dal Maharaja Jai Singh nel 18° secolo!

L’esperienza speciale :- Mercati Serali, Cucina ed Arte di Vecchia Jaipur : Nel pomeriggio esplorate la città rosa con i suoi bazaar coloratissimi e gli odori del cibo cucinato. Dalla sua creazione nel 1727, le famiglie reali e nobili di Jaipur abitualmete hanno frequentato gli artigiani della città. Questa tradizione countinua anche oggi e di conseguenza moderno Jaipur è considerato da tanti come il capoluogo dell’aritigianto in india. I metodi tradizionali sono ancora in uso per produrrere gli oggetti di alta qualità. Usando le abilità che sono tramandate attraverso le generazioni,anche oggi questi artigiani possono essere visti nei quartieri di citta’ rossa. In questa affascinante camminata potete avere la oppotunità di parlare con i locali. 

L’esperienza speciale :- Applicazione dell’henné sulle mani delle donne come piccolo ricordo dall’India.I tattoo all’henné, una pianta dalle qualità medicinali, sono una tradizione centenaria in India e immancabili in molte feste, sia hindu che musulmane. Tra le tante cerimonie del complesso matriomonio indiano c’è anche il rito del mehndi (henné), il mehndi rat, in cui la giovane futura sposa circondata dalle amiche e dalle donne della famiglia è tatuata con l’henné. Non è neccessario sposarsi per potere avere i tatuaggi all’henné. La maggior parte delle ragazze apprende questa arte fin dall’infanzia e in molte località turistiche potrete farvi tatuare le mani .

Rientro in Hotel, cena e pernottamento. 

10 MARZO :JAIPUR – AGRA

Dopo la colazione si parte per Agra. Situato a una distanza di circa 10 km da Jaipur nella città di Khania-Balaji, il tempio di Galtaji è un pellegrinaggio indù spesso visitato da persone provenienti da tutto il paese. Ci sono molti templi in questo sito e una delle attrazioni speciali del luogo è una sorgente naturale che scorre verso il basso dalla cima della collina. L’acqua di questa sorgente riempie molti kund o serbatoi d’acqua considerati molto sacri e i pellegrini che visitano il tempio si bagnano in quest’acqua pia. Il tempio comprende 7 serbatoi di acqua santa o kund di cui il Galta Kund è il più significativo di tutti. Più tardi si parte per Agra, lungo il tragitto si visita Abhaneri. Abhaneri, è un villaggio nel distretto di Dausa del Rajasthan. Il luogo è molto popolare in quanto ospita un colossale pozzo a gradini, Chand Baori, considerato tra i più bei pozzi a gradini dell’India. Si ritiene che il villaggio di Abhaneri sia stato fondato da Samrat Mihir Bhoj, un re Pratihar. Lungo la strada visita di Fatehpur Sikri, la città fantasma in arenaria rossa costruita per volontà dell’Imperatore Akbar nel 1569, e successivamente abbandonata.  Si narra che Fatehpur Sikri, nonostante l’imperatore Akbar avesse molte mogli, non aveva figli. Andò in visita da un religioso, Sheikh Salim Chishti. Questi disse all’imperatore che avrebbe avuto tre figli maschi: la profezia si avverò in breve tempo. L’imperatore fu così impressionato dalla sequenza di lieti eventi che decise di erigere una città a Sikri per onorare il sant’uomo. La costruzione iniziò nel 1569 e divenne la capitale del Mughal, ma dopo 15 anni fu abbandonata per scarsità di acqua.  Arrivo ad Agra e check-in presso l’hotel. Visita all’orfanotrofio di Madre Teresa:  La casa di Agra è finanziata dalla casa madre di Calcutta. Se gradito, sono sempre ben accetti VESTITI e GIOCHI per i piccoli ospiti del centro . L’orfanotrofio ha 200 posti letto, che sono divisi tra una decina di bambini piccolissimi (dai 5 mesi ai due anni), una decina di bambini in età scolare (lasciati lì da genitori che, per lo più, non sanno come fare a farli mangiare e che vengono a trovarli una volta a settimana). La struttura accoglie bimbi, ragazzi, adulti e vecchi. Indigenti, moltissimi con handicap fisici, psichici. Problemi di autismo, di epilessia Gli ospiti sono seguiti dal servizio medico, una volta a settimana, e sono somministrati medicinali e psicofarmaci gratuitamente. Lì possono nutrirsi, possono socializzare, possono studiare. Possono partecipare alle attività quotidiane della gestione della casa:  come in una comunità, chi è in grado aiuta nella pulizia, nella preparazione dei pasti, nella cura dell’orto alzandosi presto al mattino . Cena e pernottamento in Hotel Pernottamento in hotel

DCIM101GOPROG0262699.JPG

 

11 MARZO :AGRA – DELHI – VARANASI

All’alba …MOLTO PRESTO…si parte per ammirare il Taj Mahal: Il Taj Mahal è spesso chiamato ‘poesia in pietra’. Se è così, il mausoleo è una poesia d’amore, creata dall’imperatore Mughal Shah Jahan per la sua moglie preferita, Mumtaz Mahal. Ci sono voluti 22 anni per essere completato ed è stato disegnato e progettato dall’architetto persiano Ustad Isa.. al termine della visita rientro in Hotel e dopo colazione si parte per Delhi, sosta alla città sacra di Vindravan per la visita al tempio Isckon, consacrata al dio Krishna. Una delle città più antiche sulle rive dello Yamuna, Vrindavan è considerata uno dei luoghi di pellegrinaggio più importanti per i devoti di Krishna. Si dice che Lord Krishna abbia trascorso la sua infanzia a Vrindavan. Il nome della città deriva da Vrinda (che significa basilico) e van (che significa boschetto) che forse si riferiscono ai due piccoli boschetti di Nidhivan e Seva Kunj. Poiché Vrindavan è considerato un luogo sacro, un gran numero di persone viene qui per abbandonare la vita mondana. La città di Vrindavan ospita centinaia di templi di Lord Krishna e Radha sparsi ovunque, i più famosi sono il tempio Banke Bihari e il famoso tempio ISKCON. L’ambiente vibrante rappresenta perfettamente la natura giocosa e benevola di Lord Krishna. Situati lungo le acque del fiume Yamuna, i numerosi templi incastonati tra i fitti boschi e la vegetazione lussureggiante di Vrindavan sono le principali attrazioni qui. Proseguimento verso l’aeroporto per prendere il volo diretto a Varanasi il centro della cultura indù.

AGR  15.15 VNS 18.20

Varanasi dedicata al Dio Shiva, è uno dei principali luoghi sacri dell’India. I pellegrini hindu vengono a bagnarsi nelle acque del Gange per purificarsi da tutti i peccati. Varanasi è anche considerata un luogo propizio in cui trascorrere gli ultimi giorni, dal momento che esalando qui l’ultimo respiro si beneficia della moksha , ossia la liberazione dal ciclo delle rinascite e si accede in paradiso. La città è il cuore pulsante dell’induismo e il Gange è considerato il fiume della salvezza, un simbolo di speranza per tutti i credenti. Arrivo a Varanasi  e sistemazione n Hotel. Tempo libero a disposizione, cena e pernottamento in Hotel. 

12 MARZO :VARANASI ” La città sacra dell’ India “

Sveglia all’alba per l’escursione  in barca sul fiume Gange, per vedere migliaia di pellegrini e devoti in adorazione del sole che sorge. Accompagnati dalla guida, si potranno vedere   indù da tutte le parti dell’India, vivere la loro fede sulle rive del fiume sacro in un momento più saliente della vita di Varanasi. All’alba i templi lungo il fiume sono bagnati da una luce tenue e gli abitanti di Varanasi emergono dal labirinto di di vicoli e si dirigono ai ghat, dove lavano i panni, praticano yoga, offrono fiori e incensi al fiume e fanno un bagno rituale. Potrete osservare il bagno dei pellegrini, i sadhu meditare e i sacerdoti svolgere riti funebri. 

L’esperienza speciale :- Templi meridionali e stagni sacri: Una passeggiata attraverso il paesaggio mistico di templi e stagni vicino ad Assi Ghat, l’area meridionale della città sacra. Questa passeggiata si trova all’estremità meridionale della città santa vicino ad Assi Ghat. che prende il nome dalla spada di Durga che lasciò cadere dopo aver ucciso un demone. Seguiamo le orme del poeta e mistico Banaras del XVI secolo Pandit Goswami Tulsidas, traduttore del sacro testo Ramanyana. Sentirai parlare della storia e della cultura speciale di Varanasi mentre visitando vari templi e siti sacri, come un tradizionale ring di wrestling.La passeggiata include uno speciale darshan, che significa “vedere”, di un tempio del sole nascosto vicino alla sua dimora storica. Si prosegue per giro panomarico della universita BHU e tempio di Madre India che voluto Gandhi.  La sera visitate i ghat (gradini di balneazione) del Gange con le barche decorate e assistete alla intrigante cerimonia ‘Aarti’ (preghiera collettiva).  Arathi(Aarti) è un rituale durante il quale la luce emessa da una fiamma di canfora viene offerta alla Divinità, o ad uno dei Suoi aspetti, attraverso le murti. L’Arathi viene eseguito solitamente al mattino e alla sera, e come conclusione di una puja. 

L’esperienza speciale :- La camminata della morte e rinascita:  Iniziando con un tempio della fertilità e terminando con i luoghi di cremazione, questo tour prende molti dei siti di altri tour e li mette insieme in una ghirlanda di fantastici siti ed esperienze. Cammina attraverso la città e vedi Banaras come Mahashamstana, il grande terreno di cremazione. Visitiamo un ashram di un percorso di non dualismo tantrico, ben noto per i suoi rinuncianti vestiti di nero che meditano nei campi di cremazione. Avrai un idea di morte e rinascita mentre discuti di filosofia mentre vaghi per il tempio di Kali fino al negozio di chai, raggiungendo infine uno dei terreni di cremazione. La camminata termina con un servizio di adorazione serale nel tempio.

Cena e pernottamento in hotel

13 MARZO :VARANASI – DELHI

L’esperienza speciale – Lezione di Yoga sulle sponde del fiume Gange e al termine rientro in hotel per la colazione. 

Dopo la colazione si parte per la visita di Sarnath e museo, un importante centro buddista del mondo. Dopo aver raggiunto l’illuminazione a Bodhgaya, Buddha, l’Illuminato, pronunciò il suo primo sermone proprio qui. Allora Sarnath era uno dei più importanti luoghi di cultura dell’India antica, visitata dai viaggiatori cinesi Fa-Hsien e Hiuen Tsang che scrissero dei suoi prosperi monasteri.Il monumento più importante del complesso è il Dhamekh Stupa (V° sec. d.C.), costruito nel luogo dove si crede che Buddha abbia predicato il suo primo sermone a cinque discepoli. E’ una struttura a forma cilindrica dell’età gupta alta 43,5 m. A ovest vi è il Dharmarajika Stupa, costruito dall’imperatore maurya Ashoka per conservare le reliquie del Buddha. Nel complesso ci sono anche monasteri e templi più piccoli, un Albero della Illuminazione piantato nel 1931 e la statua di Anagarika Dharmapala, il fondatore della società che mantienne Sarnath e Bodhgaya. Pranzo in un ristorante tradizionale che serve il Thali.  Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto per prendere il volo di Delhi.  Cena di arrivederci a Delhi e pernottamento in hotel

14 MARZO :DELHI – ITALIA

Prima colazione e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia :

 

DEL 14.15 FCO 19.05

 

Arrivo a Roma FINE DEI SERVIZI. 

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE DA  : 2390 euro

 

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Volo di linea in classe economica 
  • Volo domestico per Varanasi a/r
  • Visto d’ingresso
  • 09 pernottamenti in camera doppia in Hotel 4*
  • Trattamento di mezza pensione 
  • Tutti i trasferimenti, escursioni e visite guidate, in comodi veicoli con aria condizionata 
  • Guida nazionale parlante Italiano per tutto il tour
  • Jeep all’Amber Fort a Jaipur 
  • Giro in riscio a vecchia Delhi
  • Visite alle case di famiglie locali di diverse caste, i templi, la scuola nel villaggio di Aruka
  • La dimostrazione di cucina tradizionale di Rajasthan a casa di una famiglia nobile seguita dal pranzo nello stile tradizionale di Bajot con la famiglia
  • I biglietti d’Ingresso ai monumenti, come dal programma
  • Aarti serale nel tempio Govind Deoji a Jaipur
  • Passeggiata nella città vecchia di Delhi
  • Passeggiata nella città rossa di Jaipur
  • Celebrazione della festa dei colori a Jaipur
  • Lezione di Yoga sulla riva del fiume Gange a Varanasi
  • Passeggiata dei templi meridionali e stagni a Varanasi
  • Passeggiata della morte e rinascita a Varanasi
  • Gita in barca a Varanasi
  • Aarti sulle ghat di Varanasi
  • Voli interni
  • Accompagnatore Dogmatours dall’Italia
  • Assicurazione medico sanitaria 

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Assicurazione annullamento viaggi facoltativa
  • tasse aeroportuali
  • bevande
  • extra di carattere personale
  • tutto quanto non espressamente indicato nella voce ” la quota comprende “
  •  

Autore Articolo

client-photo-1
Mimmo Ventola